Liceo "Carlo Rinaldini" Ancona - Home Page - Login

All posts in Eccellenze

Tutto si può perdonare? Prova a rispondere alla domanda del titolo. Enunciando chiaramente la posizione assunta (sì o no), fornendo solidi esempi e inconfutabili prove a sostegno della tua posizione, replicando fermo e pacato alle eventuali obiezioni e chiudendo la tua argomentazione con un colpo retorico in grado di far restare la tua posizione ben impressa nel mente dell’uditorio. Provaci e dimmi poi com’è andata. È questo lo spirito di un dibattito. E la domanda del titolo è stato il topico della V finalissima del Torneo nazionale di dibattito Palestra di Botta e Risposta svoltosi nel maestoso Studio Teologico del Santo della Basilica Sant’Antonio di Padova. L’incontro conclusivo si è svolto tra la squadra del Liceo Rinaldini di Ancona allenata dalla prof.ssa Alessia Ascani che ha dovuto sostenere l’onere del PRO e la squadra del Liceo Torricelli di Bolzano capitanata dalla Prof.ssa Sara Collini con l’onere del CONTRO.

 Domenica 30 la squadra del Rinaldini ha vinto il V Torneo Nazionale di Dibattito a Padova, uno dei tornei più prestigiosi a livello nazionale. I ragazzi sono stati fenomenali. Si sono formati durante l’anno scolastico 2017/2018 al corso di dibattito, nell’ambito del “Progetto Dibattito” di cui è referente la prof.ssa Alessia Ascani. Dal 3 settembre quasi tutti i giorni gli alunni si sono preparati sui tre temi di dibattito del torneo (Smartphone e tablet in classe migliorano l’apprendimento?, Conta di più sapere o volere? e, infine, il topico della Finalissima Tutto si può perdonare?)

Complimenti, dunque alla squadra del nostro Liceo (nome di battaglia Bombi distinguendi): Gaia Maria Fringuelli, Giulia Capannelli, Rebecca Gambelli, Lucrezia Sofia Diotallevi, Edoardo Terilli, prof.ssa Alessia Ascani (all.)
La notizia della vittoria della finale è apparsa sul Gazzettino di Padova e sul nostro Corriere Adriatico.

 

 

Giulia Cinti è tra i  dieci allievi che ogni anno vengono ammessi, solo sulla base del merito, alla Scuola di Studi Superiori ‘Giacomo Leopardi’ di Macerata, una scuola istituita nel 2008 per  individuare e coltivare il talento e le qualità dei migliori neo-diplomati delle scuole superiori ed in cui, per mantenere lo status di allievo, si richiede un elevato standard di rendimento nei corsi universitari e nei corsi interni. Ci congratuliamo, pertanto, con Giulia, che ha conseguito questo  brillante risultato, augurandole di raggiungere i più alti traguardi, e con tutti gli insegnanti che l’hanno accompagnata e guidata nel suo percorso formativo.

L’ anno scolastico appena terminato è stato ricco di splendidi risultati artistici per i nostri allievi del Liceo musicale.
Risultati d’eccellenza per Giorgio Baldazzi (2M) e Marica Lucarini (4M). I due flautisti, allievi della prof.ssa Beatrice Petrocchi, hanno partecipato alla 3^ edizione dell’audizione per l’assegnazione di borse di studio organizzata dall’Associazione marchigiana Fluteing Marche lo scorso maggio.Hanno vinto entrambi una borsa di studio in denaro che potranno spendere in esperienze di studio flautistico.
Ottimi risultati anche nel concorso nazionale “Giovani in Crescendo” organizzato  dall’Orchestra Rossini di Pesaro, cui hanno partecipato numerosi allievi del Musicale guidati dai prof. Guarnieri, Scarano e De Felice.In particolare il Duo Francesco Taucci, pianoforte(1M) e Tommaso Rocchetti, sassofono (3M) si è distinto nella categoria Musica da Camera per i Licei Musicali guadagnando il PRIMO PREMIO. I due giovani talenti, allievi rispettivamente della prof.ssa Cristina Picciafuoco e del prof. Davide Bartelucci, hanno conquistato la giuria per le particolari doti tecniche ed interpretative.
Risultati magnifici anche al Concorso Europeo di Musica città di Sirolo: l’orchestra d’archi, preparata e diretta dal prof. Sergio Morellina, si è guadagnata un PRIMO PREMIO ASSOLUTO, così come Enrico Guercio, giovane pianista allievo della prof.ssa Rosella Laudi che ha incantato la giuria e il pubblico sia come solista che a quattro mani aggiudicandosi un altro primo premio.

A conclusione del Progetto di Valorizzazione delle Eccellenze – Area umanistica – seguito dalla professoressa Francesca Recanatini nell’ambito dell’Area Cultura del Liceo Rinaldini, il 17 maggio la Dirigente Scolastica ha proceduto alla consegna degli attestati agli alunni che si sono distinti per merito nel “Certamen Taciteum”, gara di traduzione dal latino promossa dal Liceo Classico Tacito di Terni svoltasi il 9 febbraio 2018 e rivolta alle classi seconde, terze e quarte. Preparati dalle professoresse Alessandra Andreoli, Renata Pignocchi, Mariasilvia Possanzini coadiuvate dalle professoresse Vera Valletta e Gloria Mura, gli allievi si sono così classificati:

 

Per le classi seconde

I classificato: Francesco Doga (II Bm)

II classificato: Davide Bevilacqua (II At)

III classificato: Maria Giulia Gusella (II Cm)

 

Per le classi terze

I classificato Elisa De Muner (III Am)

II classificato Brenno Rubegni  (III Am)

III classificato: PierFrancesco Gigli (III Ct) e Pietro Zammarano (III Am) a pari merito

 

Per le classi quarte

I classificato: Giuseppe Pierri (IV Cm)

II classificato: Lucia Copparoni (IV Cm)

III classificato: Gabriele Carosi (IV Am) e Alessio Lenti (IV Bt) a pari merito

Una menzione speciale all’alunno Giuseppe Pierri (IV Cm) per aver conseguito il terzo posto nella graduatoria regionale delle Olimpiadi di Lingua e Civiltà Classiche, svoltesi il 15 marzo 2018.

 

Congratulazioni a tutti!

 

La Delegazione F.A.I. di Ancona ringrazia tutti gli studenti e le insegnanti del Liceo Rinaldini che, con competenza, passione e disponibilità hanno offerto un servizio alla comunità e reso possibile la realizzazione dell’evento di festa e cultura delle Giornate di primavera.

Lucia Copparoni, della classe IV C, ha ricevuto una segnalazione speciale per il suo componimento “Si dileguano le voci della piazza” al concorso letterario “Poesia Onesta” edizione 2017. Complimenti!

 

Si dileguano le voci della piazza

 

Shh

si dileguano le voci della piazza

passo passo verso l’acqua

 

Un nero d’oblio

l’onda che si aggrappa alla riva

bagnata

e scivola giù

nel vuoto

rimane la spuma

abbagliante nella notte.

 

Nulla di più chiaro delle stelle.

Ritornano dolci ricordi

di luminosi abbracci.

 

 

 

Elena Cucculelli della classe 5Am è stata ammessa, dopo un’accurata selezione tra i tanti aspiranti all’esiguo numero di posti disponibili, a frequentare uno stage di Alternanza Scuola lavoro al CERN di Ginevra. La studentessa sarà impegnata in attività di robotica e di analisi di dati sperimentali e potrà visitare l’acceleratore di particelle. Complimenti!