Liceo "Carlo Rinaldini" Ancona - Home Page - Login

All posts in Giornalino Rinaldini

Le opere esposte alla Biennale non sono immediatamente comprensibili. La loro ragione d’essere è quella di indicare, esprimere o rappresentare una situazione, un’idea, un concetto; di qui, dunque, il nome di “arte concettuale”, applicabile a larga parte di questa esposizione e della produzione artistica degli ultimi decenni.

Già Aristotele, definendo l’arte come imitazione, mimesi della natura, le nega la prerogativa dell’indagine propriamente speculativa, col porla invece quale riproduzione, riadattamento del possibile  – e, in quanto tale, universale – in una dimensione particolare; così, l’atteggiamento dell’artista verso il mondo non sarà tanto critico, nel senso etimologico del termine, quanto contemplativo.

E’ ancora utile Aristotele per capire l’arte di oggi o è fuorviante? Queste sono le impressioni degli alunni del Rinaldini in visita a Venezia alla BIENNALE ARTE 2017 “Viva arte viva”

 

CatturaIl 9 maggio 2016 noi ragazzi della classe 4M indirizzo Musicale, insieme ai nostri compagni della 4Q indirizzo Economico Sociale, ci siamo recati a Roma presso gli studi televisivi di Saxa Rubra per prendere parte ad una delle esperienze più emozionanti offerte dal nostro istituto.

Grazie alle nostre accompagnatrici, le professoresse Silvia Del Monte, Anna Grazia Rossetti e Armonia Patrizia Cibelli, abbiamo partecipato al programma culturale ‘’ Pane quotidiano’’ condotto da Concita De Gregorio, dopo aver letto i libri ,presentati in trasmissione in prima nazionale, per poter incontrare le autrici e rivolgere loro le nostre domande!

Il libro proposto alla nostra classe è stato ‘’ Sotto le ciglia chissà’’ dedicato alla figura di Fabrizio De Andrè : in questo testo la moglie Dori Ghezzi ha raccolto  tutti i pensieri che lui stesso annotava , componendo un’ opera emozionante nella quale tutti ci siamo immedesimati.

Partiti da Ancona alle 6 di mattina, abbiamo viaggiato per 3 ore circa, ma che per noi sono volate, perchè per tutto il viaggio abbiamo fantasticato su quello che ci aspettava elaborando le domande che poi avremmo fatto a Dori Ghezzi e tra risate, cancellature e ripensamenti abbiamo selezionato  quelle più interessanti e significative.

Arrivati a destinazione ci sentivamo delle star! Read more

DSC_0088L’esperienza vissuta con il progetto Donacibo 2016 ha unito l’Istituto producendo al contempo condivisione e divertimento. I ragazzi dei quattro Licei hanno dimostrato maturità, perché presidiando gli ingressi e spiegando con passione le ragioni dell’iniziativa, hanno fatto raggiungere ottimi risultati alla raccolta.

Un gesto di solidarietà, che oltre a dare prestigio alla scuola, ha trasmesso valori positivi a ogni partecipante

DSC_0010DSC_0013DSC_0005

lrDSCN1689Il 3 marzo alle ore 10 la classe 1BM ha incontrato gli archeologi, Dott.Alessandro Biagioni, Dott.ssa Donatella Carafelli, Dott.ssa Lucia Ricciotti, nell’aula di informatica. Gli esperti ci hanno parlato della materia in cui si sono specializzati: l’archeologia. La parola, che viene dal greco Archeologia, composto dalle parole archaios, “antico”, e logos, “discorso”, indica la scienza che studia tutte le espressioni delle civiltà del passato attraverso la raccolta, la documentazione e l’analisi delle tracce materiali che hanno lasciato (manufatti, architetture, resti umani e biologici).

L’archeologia si suddivide in vari settori:

Read more

290.000 reticelle di arance rosse italiane, 1.750 piazze e 563 scuole . Tornano Le Arance della Salute di AIRC  e il nostro Liceo partecipa anche quest’anno, insieme ad altre 562 scuole di tutta Italia, per sostenere concretamente il lavoro dei ricercatori e dire tutti insieme ‘Contro il cancro, io ci sono’.

La vendita avverrà nelle mattine dei giorni 28, 29, 30 gennaio e sarà gestita dagli alunni rappresentanti di Istituto con la collaborazione degli alunni volontari del Triennio. Il ricavato della vendita sarà interamente devoluto all’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro.

In cambio di una donazione di 9 euro i donatori ricevono una reticella da 2,5 kg di arance e la guida “50 anni di ricerca a tavola” con gustose e sane ricette, realizzate dal cuoco Sergio Barzetti in collaborazione con La Cucina Italiana, e utili consigli per la prevenzione del cancro a tavola.

AIRC, che quest’anno compie cinquant’anni, ha scelto “Le Arance della Salute” per ribadire l’importanza della corretta alimentazione nella prevenzione dei tumori. Gli studi confermano che quasi il 70 per cento dei tumori potrebbe essere prevenuto o diagnosticato in tempo se tutti avessimo stili di vita corretti e aderissimo ai protocolli di screening e diagnosi precoce. Quattro tumori su dieci in Europa sono provocati da stili di vita scorretti e da fattori ambientali.

Sabato 30 gennaio le Arance della salute sono in 1750 piazze:

Trova la piazza

di Victoria Axenti

Ogni progetto ha uno scopo e quello della letteratura su twitter è di trasmettere, soprattutto ai giovani, il gusto della lettura condivisa. 
Noi, ragazzi dell 4G, abbiamo avuto l’occasione di sperimentare questo metodo sfogliando le pagine del libro di Italo Calvino, Il sentiero dei Nidi di Ragno. Un libro è un mondo, certo, ma è cosa morta, terra disabitata se non viene vissuto e fatto vivere dal lettore, che a sua volta, rendendola cosa viva, se ne nutre. Ed è proprio questo che abbiamo fatto: ci siamo immersi intensamente in questa storia, condividendo opinioni e pensieri attraverso twitter. Per di più l’esperienza è stata ancora più animata dalla possibilità di interagire con i personaggi stessi del racconto, o meglio con gli account che immedesimavano le loro parti. 
Proponiamo ora l’opera teatrale ”Vita di Galileo” di Bertolt Brecht che inizieremo lunedì 14 dicembre (il calendario è consultabile nel sito www.twletteratura.org). A ogni scena verrà dedicata una giornata (escluse quelle festive del 24-25-26 dicembre e 1 gennaio) in cui ognuno sarà libero di riportare frasi o commentare con giudizi e/o pensieri personali ponendo però alla fine di ogni tweet ”#VitaGalileo” e il numero della scena.

Partecipare a #VitaGalileo è facile, basta avere il libro e un account su Twitter. È necessario leggere il testo rispettando il calendario condiviso (vedi qui sotto) e traducendo per ciascun capitolo impressioni, emozioni, osservazioni in brevi messaggi di 140 caratteri, ispirati dalla lettura. Ogni tweet può contenere un commento, un riassunto o una citazione, oppure può essere un esercizio di riscrittura, come negli esercizi di stile di Queneau. Affinché i tweet siano identificati nel flusso continuo di Twitter, va sempre inserito l’hashtag #VitaGalileo, seguito – senza spazi – dalla barra e dal numero del capitolo cui si riferiscono (quindi: #VitaGalileo/01, #VitaGalileo/02, #VitaGalileo/03 ecc.).

Il gioco è aperto a tutti gli utenti di Twitter. A guidare #VitaGalileo saranno i ragazzi del Liceo Rinaldini (@4GRinaldini): @Vicctoria06, @chiccaalba, @saraarduini1, @noretta08,@eleonoraa1808, @franciverde99, @fragola2809, @SofialoveNoemi, @EleonoraFabretz,@HeleZz3, @angisamburus, @Ale_9827.

Il Calendario

Read more